Le spiagge di Manerba.

Tra le bellezze naturali di Manerba vanno ricordate le numerose spiagge, che per quasi 12 chilometri offrono una straordinaria varietà di percorsi con sempre nuove prospettive verso il lago, i monti e i campi erbosi.

Ben 12 km di meravigliose spiagge.

Manerba è meta balneare d’eccellenza nel territorio del Lago di Garda. Spiagge selvagge collegate da sentieri nella Riserva Naturale o lunghe spiagge bianche unite da passeggiate lungolago. Il Parco Lacuale preserva i colori e la biodiversità unica di questo ecosistema.

È la spiaggia più grande e più conosciuta di Manerba. Parte dal Porto Torchio fino al confine con San Felice.

E’ il primo lido utilizzato dai turisti a partire dagli anni cinquanta. Nelle immediate vicinanze ci sono bar, ristoranti, negozi. Il percorso è impreziosito da un semplice ma funzionale lungolago intitolato a Maurizio Olivari, un compianto giovane artista di Manerba. Si tratta di un tragitto tranquillo e fruibile dalle famiglie: da un lato il bel lago azzurro, dall’altro il verde dei prati e dei campeggi.

Spiaggia bellissima anche nel periodo autunnale e primaverile perché esposta ad est e baciata dal sole per tutto l’arco della giornata.

Incantevole spiaggia situata tra l’Isola dei conigli e la Rocca. Si apre allo sguardo come un’ampia conca verde azzurra, atmosfera molto tranquilla e acqua limpida.

Dal parcheggio della spiaggia partono i sentieri che permettono di attraversare l’intera Riserva, compreso uno dei tratti più suggestivi del sentiero 801 del Cai.

Per tutelare i bagnanti è stata istituita una zona di interdizione alle imbarcazioni, segnalata da boe di colore giallo. Esposizione a Nord.

Recentemente ampliata, la spiaggia di Dusano ha un suo fascino particolare in quanto situata a ridosso dell’antico porticciolo tanto caro ai vecchi pescatori.

Ampia la vista dal lago con la penisola di Sirmione, il monte Baldo e altre montagne veronesi. Incombente è la retrostante muraglia rocciosa con la suggestiva cascata del Rio Morele.

Nelle vicinanze parte un sentiero che, costeggiando tutto il dorsale roccioso, arriva in cima al Sasso, con aperture panoramiche uniche al mondo. Buona l’esposizione a sud est.

La spiaggia del Sasso è all’interno della Riserva Naturale.

E’ un posto magnifico, con uno spazio non troppo ampio, ma immerso in una natura incontaminata. Sicuramente la più bella spiaggia di Manerba, con acque limpidissime per il fondo roccioso e la straordinaria profondità a pochi metri dalla riva.

Suggestivi i sentieri di avvicinamento. Esposta a sud est, è sovrastata da un’alta scogliera e da una falesia con vie impegnative di arrampicata.

Sulla spiaggia sbuca il cosiddetto “bus della Paül”, che nel periodo estivo è visitabile accompagnati da guide alpine del CAI.

Nella zona di confine tra Manerba e Moniga si stende un lungo tratto di spiaggia che i manerbesi da sempre individuano con tre nomi. Il tratto che parte dal Porto di Dusano è chiamata lo Zocco.

Quella che porta verso Moniga è la spiaggia di S.Sivino. Il breve tratto che fa da arco di congiunzione viene chiamata con parola dialettale “Scasöla”. Ad impreziosire la bellezza naturale contribuiscono reperti archeologico-palafitticoli di notevole importanza.

In certi tratti l’acqua è particolarmente limpida per il fondo roccioso e le correnti. Esposizione a sud.

Dalle spiagge della Romantica, del Torchio e di Pisenze, sullo sfondo di un quadro naturale di straordinaria suggestione, si può ammirare la più grande isola del lago di Garda giusto denominata “ Isola del Garda”.

Narra la storia che nel 1220 san Francesco d’Assisi vi soggiornò fondandovi un monastero in cui si stabilirono i frati del proprio ordine. Il monastero fu soppresso solamente nel Settecento.

Oggi campeggia nell’isola un palazzo ottocentesco in stile neogotico veneziano. A breve distanza si trova la seconda isola per dimensioni, l’isola di San Biagio, detta anche “dei Conigli” in quanto nel XVI secolo vi erano numerose lepri e conigli che offrivano cacce abbondanti.

L’isola si trova a breve distanza dalla costa, si accede ad essa utilizzando barca – taxi partendo dal porto Torchio. In particolari periodi di secca è raggiungibile a piedi. Circonda tutta l’isola un tratto di fondo roccioso che dopo pochi metri si perde in acque profonde.

Il verde dei prati, l’ombra degli alberi, il fresco e puro azzurro dell’acqua sono una delle attrazioni più apprezzate dai turisti di ogni provenienza.

Continua a scoprire ...

Le bellezze del nostro Territorio.